Ninna Nanna (Tonino Puddu)

PeppinoCiao Peppino,

Abbiamo cantato insieme per tanti anni. Molti di noi erano ancora ragazzi quando iniziammo a vederci sul sagrato della chiesa di S. Pietro e ad unire le nostre voci nel coro parrocchiale. Per tutti noi tu sei stato un incontro felice, fortunato. Ogni tanto, per fortuna succede e le parole amicizia, rispetto, condivisione, fratellanza, riacquistano senso e forza. Poi sono arrivati i Rutuli Cantores dei quali, fin dall’inizio, tu sei stato una delle colonne portanti.

Da qualche tempo però, con grandissimo dispiacere, abbiamo dovuto fare a meno della tua simpatia, della tua passione per il canto e della tua splendida  voce.

Ma ogni volta, prima di iniziare le prove del coro, ci aspettavamo ancora di vederti arrivare e riprendere il tuo posto tra noi per tornare a cantare come sempre.

Purtroppo non è andata così. Qualcun altro ti ha voluto con se. Ma a noi resta il ricordo dei tanti, bellissimi momenti che abbiamo vissuto insieme e che non potremo mai dimenticare.

Continueremo a cantare con te, perché tu ci sei ancora. Sei ancora insieme a noi e….. ci sarai sempre.

 

“E canterà, e canterà e canterà più alto delle stelle...
e canterà con te che sei la luce del silenzio.
E suonerà  e suonerà con l'arpa della luna
e suonerà la cetra all'infinito
e canterà e suonerà e canterà e canterà”.

 

 

Video

montaggio: Alessandra Serges
Altro in questa categoria: « No potho reposare